Lo yuppie e l’alternativo

C’e’ un dinamico yuppie che ogni mattina uscendo di fretta nel suo impeccabile doppiopetto di Armani incrocia un giovane alternativo con la maglietta di Che Guevara che lo saluta col pugno alzato dicendo “w il comunismo!”.
La mattina dopo stessa scena, lo yuppie si sistema la cravatta e il giovane scandisce “w Stalin!”.
La cosa va avanti per aluni giorni con slogan a base di “bandiera rossa” ma lo yuppie si limita a dare delle occhiate di compassione al ragazzino.
Un giorno il ragazzino incrociando lo yuppie lo saluta a braccio teso gridando “Heil Hitler!!”.
Li per li, lo yuppie non ci fa caso, ma girato l’angolo realizza che c’è qualcosa di strano.
Il giorno dopo decide di fermare il giovane per chiederli spiegazioni del suo cambiamento di slogan.
Solo che quel giorno il giovane non si presenta. E cosi anche il giorno dopo ancora e per tutta la settimana.
Passano altre due settimane e, quando lo yuppie ormai se n’era quasi dimenticato, ecco riapparire il ragazzo con la maglia di Che Guevara che lo saluta a pugno chiuso gridando “W Mao Tse Tung!”.
Allora lo yuppie decide di fermarlo per chiederli conto di quel saluto nazista scandito qualche settimana prima.
Pero’ lo yuppie esita e, pensando che ormai sia passato troppo tempo, decide di non dire niente per non fare una figura di merda!!!

Annunci

10 gennaio, 2008. Tag: , . Barzellette. 2 commenti.