Un leone in convento

In un convento di frati vive misteriosamente in una gabbia un leone africano. Si dice che se lo sia portato Padre Carlo di ritorno da una missione in Kenya. Questo leone (molto dotato sessualmente) anche se in gabbia, terrorizza tutto il convento e i confratelli fanno a gara per non dovergli portare mai il cibo. Così l’abate per non scontentare nessuno decide di estrarre a sorte il nome di chi dovrà dar da mangiare al leone.
Stasera tocca a due novizi dar da mangiare al leone e per non fare figure di merda decidono di andarci da soli. Strada facendo, un po’ impauriti pensano a cosa fare una volta che sarano arrivati faccia a faccia col leone. Decidono così di sorprendere il leone terrorizzandolo per primi di modo che la bestia colta di sorpresa diventi molto meno aggressiva. Ma arrivati di fronte alla gabbia vuota i due ebbero una sorpresa sorprendente. La gabbia era vuota!
Allora i due cominciarono a chiamare il belva come quando si chiama un gatto coi croccantini che si erano fatti prestare dall’abate. Il sistema funziona tant’è che in meno di 45 minuti il leone appare loro con una sfavillante erezione beluina. Trovatisi di fronte al leone pur di terrorizzarlo uno dei novizi si alza il saio ed esibisce gli attributi! L’altro novizio perplesso prende il leone e se lo sodomizza!
Il leone muore. Da quel giorno nessuno va più a portargli da mangiare…

10 gennaio, 2008. Tag: , , . Barzellette. 1 commento.